DIGA DI RAVEDIS

Print versionPrint versionSpedisci via emailSpedisci via email

I primi progetti di costruzione di uno sbarramento artificiale presso la stretta di Ravedis risalgono agli anni ’50: gli obiettivi dell’impianto sono principalmente due: l’irrigazione dell’alta pianura pordenonese per usi agricoli e la regolazione del flusso del Cellina, che scorre in una della aree più piovose d’Italia: la diga quindi avrà il compito di evitare alluvioni nella zona di Pordenone. La tragedia del Vajont ferma qualunque progetto di questo tipo in atto e il progetto Ravedis si ferma fino alla metà degli anni ’80: i lavori partono, ma subiscono un’altro stop quando nel 1992 terminano i finanziamenti per l’opera: riprenderanno solo nel 1999 e l’impianto viene consegnato il 23 maggio 2014.

Tema: 
Acqua
Mestieri
Sassi
Storia: 
Fino al 2010
Territorio: 
Maniago